Marghera Sud ha incontrato Barra

Postato il

Immagine

Nella giornata di venerdì 13 giugno il quartiere di Marghera Sud, spesso posto in risalto dai quotidiani locali per cronache relative a fatti legati alla criminalità ed al degrado, ha ospitato una delle Realtà italiane più significative nel campo educativo per quanto riguarda il sostegno ai giovani ed il contrasto alla marginalità: La cooperativa sociale ONLUS “Il tappeto di Iqbal”.

Un’iniziativa organizzata dall’Associazione di Promozione Sociale “ComuniCare” alla quale hanno collaborato i Servizi Etam e Riduzione del Danno del Comune di Venezia, l’associazione “Libera” di Camposampiero, la Parrocchia Gesù Lavoratore, l’ente Opere Riunite Buon Pastore e il gruppo ViviAmoilParcoEmmer, con il contributo di Coop Adriatica.

“Il tappeto di Iqbal” nasce nel 1999 su iniziativa di alcuni membri dell’associazione di volontariato “Lele Ramin” a seguito di un’esperienza decennale di attività a favore dei minori a rischio. Essa opera nel quartiere Barra di Napoli, l’area con la maggior presenza di giovani di tutta Napoli e allo stesso tempo con livelli di dispersione scolastica tra i più elevati della Campania. Mezzi di trasporto al minimo, assenza di un Cinema, di un Teatro, di centri di aggregazione, spazi pubblici chiusi e i pochi aperti devastati e abbandonati, containers di amianto presenti fin dal terremoto del 1980, un campo rom in condizioni disumane e una forte organizzazione camorristica e criminale con storiche stragi, da quella di Piazza Crocelle a quella di Ponticelli. Costretti a svolgere la propria fondamentale attività per la strada, non avendo più una sede, una ex scuola oggi rasa al suolo in conseguenza dell’enorme peso decisionale di cui la camorra dispone in questi quartieri dove spesso sostituisce le istituzioni; nonostante gli oltre 30 bambini seguiti dalla cooperativa e malgrado il riconoscimento nazionale e internazionale.

In questo contesto, attraverso percorsi di pedagogia circense, si muovono i nasi rossi del TAPPETO DI IQBAL, che con i loro interventi contribuiscono a dare la possibilità ad adolescenti e bambini di sperimentarsi in alternative positive rispetto a quelle proposte dalla Criminalità a cui verrebbero introdotti altrimenti.
La giornata ha avuto inizio alla Comunità “Cà dei Giovani” i cui referenti hanno accettato di accogliere nella propria sede i ragazzi del “Tappeto di Iqbal” accompagnati da alcuni membri dell’A.P.S. “ComuniCare”. Per gli ospiti della struttura in regime di misura cautelare quest’ incontro è stata un’occasione per essere coinvolti in un costruttivo confronto fra vissuti, narrazioni e modalità di rapportarsi alla marginalità, utile ad una rielaborazione dei propri agiti e funzionale all’interno dei rispettivi progetti educativi. E anche per gli stessi operatori potersi rapportare alle tecniche di aggancio utilizzate da Giovanni Savino ha rappresentato indubbiamente affacciarsi ad un tipo di strategia che invita alla riflessione e arricchisce il bagaglio d’esperienza.

Il pomeriggio è poi continuato al Parco Emmer dove i ragazzi di Barra insieme ad un gruppo di giovani giocolieri locali hanno dato vita ad un workshop condiviso di pedagogia circense. Per l’ennesima volta lo spazio del parco si è animato di colori, persone e sorrisi.

L’ultima tappa a concludere l’evento si è svolta al quartiere di via Rinascita, sotto gli appartamenti del progetto Hospitopoli, dove è ndato in scena uno spettacolo di denuncia contro la camorra. Gli abitanti affacciati alle finestre, i bambini e gli anziani, hanno potuto assistere al racconto di alcune storie recitate e mucicate dai reali protagonisti. Marghera Sud ha incontrato Barra. E nessuno dei presenti lo scorderà mai, con l’auspicio che il saluto dato fra le calli veneziane sia stato solo un “arrivederci, a presto!”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...